Vini e spumanti: Brasile 16° importatore al mondo in valore

05/09/2018


Il Brasile ha importato nel 2017 l’equivalente di € 297,8 milioni in vini e spumanti, il che lo rende il 16° importatore al mondo in valore e terzo principale nelle Americhe, dopo gli Stati Uniti (con € 3,8 miliardi) e il Canada (con € 1,4 miliardi). Dal 2013, quando le importazioni totalizzavano € 191,3 milioni, il Paese sudamericano ha registrato aumenti progressivi delle sue importazioni in questo settore, con un aumento del 55,7% in 5 anni.

I principali Paesi fornitori del Brasile in questo segmento sono Cile, Argentina, Portogallo e Italia, che insieme rappresentano l’81,4% di tutto ciò che il Brasile ha importato nel 2017. La quota cilena di importazioni brasiliane totali di vino era pari al 42,94%, quella argentina del 15,26%, quella portoghese del 13,30%, e quella italiana del 9,93%. Vale la pena notare che, tra questi quattro paesi, Portogallo (50,44%) e Italia (47,32%) hanno registrato i maggiori aumenti dei quantitativi esportati in Brasile, mentre Cile (15,19%) e Argentina (11,30%) sono rimasti ben al di sotto.

In termini di quantità, la rilevanza del Brasile è ancora più significativa. Nel 2017 ha importato quasi 113 milioni di litri di vino e spumanti, diventando così l’undicesimo maggiore importatore al mondo. Anche in quantità, l’aumento delle importazioni brasiliane di vino e spumanti negli ultimi cinque anni è consistente, dato che in questo periodo è stato registrato un incremento del 58,9%.

In termini di volume, i principali fornitori del Brasile sono gli stessi quattro paesi sopra indicati. Tuttavia, cambia l’ordine tra l’Argentina e il Portogallo. Il Cile è sempre il principale fornitore, con una quota del 45,36%, seguito dal Portogallo (14,57%), Argentina (13,65%) e Italia (10,16%). Insieme, le quote di questi quattro Paesi ammontano all’83,74%.

Nei primi sei mesi del 2018, le importazioni brasiliane hanno continuato a crescere, registrando un aumento del 4,10% in valore (da € 153,4 milioni da gennaio a giugno 2017 a € 159,6 milioni nello stesso periodo dell’anno successivo) e 1,31% in volume (da 58,1 milioni di litri nel primo semestre del 2017 a 58,9 milioni di litri nel primo semestre di quest’anno).

Fonte: EFA News



Todas as Notícias